Anticipi di Serie A: tutto invariato nella corsa scudetto

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

domenica 30 marzo 2008

Scudetto.svg

Inter a 69 punti, Roma a 65: nella corsa per la conquista della Serie A 2007-2008 rimane tutto immutato. Entrambe le squadre hanno si sono rispettivamente imbattute ieri, negli anticipi del sabato, con Lazio e Cagliari, ed entrambe hanno pareggiato per 1-1.

Cagliari-Roma

Dopo i tre punti di penalizzazione restituiti e i più che positivi risultati che sta conquistando la squadra sarda, il Sant'Elia è gremito. I giallorossi non vincono in casa del Cagliari dal '95 e si presentano inoltre con gravi assenze: De Rossi, Perrotta e Vučinić sono squalificati, mentre Totti ancora non è nella forma migliore. Per il Cagliari pesa invece l'assenza di Conti.

E son proprio i Sardi a portarsi in vantaggio dopo appena 2 minuti: tiro dalla bandierina, calcia Foggia e Ferrari devia maldestramente infilando Doni nell'angolino alla sua destra. Incredibile avvio per il Cagliari che si porta così in vantaggio grazie a un autogol.

Francesco Totti

Pochi minuti e la Roma prova ad affacciarsi nella metà campo rossoblu, ma sono ancora questi a rischiare nuovamente il goal se non fosse per Ferrari che questa volta interviene ottimamente su Foggia in scivolata, che altrimenti avrebbe calciato da posizione favoritissima. L'attaccante di proprietà della Lazio fallisce ancora pochi minuti dopo un'occasione a tu per tu con Doni dai 16 metri, mandando alto il pallonetto. A questo punto è Giuly a provarci, cercando un goal d'antologia, ma Storari a riparare in corner. Al 21' i capitolini paiono essersi ripresi: azione tutta di prima, che porta Mancini a concludere dall'area piccola, ma la palla va alta. Storari viene impegnato ancora varie volte nel corso del primo tempo, ma proprio sul concludere subisce il pareggio: Totti calcia una punizione rasoterra dai 25 metri, il portiere pisano appare in ritardo e la palla va in rete.

Nel secondo tempo è la Roma a fare la partita, anche se il Cagliari trova sempre qualche chance per ripassare in vantaggio. Ritmi comunque più pacati rispetto all'isterico primo tempo.

Al 68' Brighi viene sostituito da Aquilani, che sfiora il goal pochi secondi dopo il cambio con un colpo di testa di poco a lato. Poco dopo è ancora il calciatore romano a cercare uno splendido goal di tacco che però viene respinto dal solito Storari di piedi. Il portiere cagliaritano si supera agli ultimi secondi respingendo un colpo di testa sulla linea a Totti, facendo gridare al goal i giallorossi.

Alla fine è pareggio, con la Roma che magari meritava la vittoria, ma la voglia di salvarsi del Cagliari fa sì che le squadre porteranno a casa un punto ciascuno.

Lazio-Inter

Grande serata di calcio allo Stadio Olimpico di Roma, per una partita che, perseguitata da polemiche per tutta la settimana, sarebbe potuta diventare come il 5 maggio 2002 per l'Inter, quando la Lazio le negò lo scudetto vincendo per 4-2 in casa.

I biancocelesti sono quasi al completo, con la sola assenza di Mutarelli squalificato. Nelle file dell'Inter mancheranno gli infortunati Dacourt, Córdoba e Samuel e lo squalificato Cruz.

Lazio intraprendente nei primi minuti, con Ledesma che dopo 3 minuti tenta il goal con un destro dai 16 metri. Ma al 15' è tutto troppo facile per l'Inter, che al primo affondo trovano il goal con Crespo che insacca l'incolpevole Ballotta.

Tommaso Rocchi

Ancora Inter 2 minuti dopo, con w:Maniche che prova l'azione personale ma trova Ballotta sicuro. Ricominciano bene i capitolini e De Silvestri ci prova con un destro a giro sul quale Júlio César non si fa sorprendere. Al 27' Ibrahimović brucia Siviglia sul tempo, ma sul suo tiro di collo destro Ballotta è nuovamente attento bloccando la palla in due tempi. Anche Crespo trova un'occasione buona, ma sul capovolgimento di fronte Dabo trova un tiro micidiale che fa impegnare seriamente Julio Cesar che si salva in corner. Tre minuti dopo episodio dubbio in area nerazzurra, quando Chivu va in takle disperato su Behrami e trova sia il pallone che le gambe dello svizzero: Rosetti fa proseguire. Un minuto prima dalla fine Pandev salta in slalom due avversari, bravissimo Burdisso a chiudere.

Finisce così il primo tempo con la Lazio che meriterebbe senza alcun dubbio il pareggio.

Nel secondo tempo con nessun cambio tra le due file. Riparte ancora bene la Lazio con ancora Dabo al 10' che prova dalla distanza, la difesa salva. Quattro minuti dopo arriva il meritato pareggio: Rocchi viene lanciato da Ledesma sul filo del fuorigioco, e a tu per tu con Júlio César l'attaccante veneziano non sbaglia.

Ancora Lazio con Behrami che calcia un tiro sporco dal quale esce una parabola su cui il portiere nerazzurro si salva miracolosamente sulla traversa. Dopo un pressing asfissiante da parte dei padroni di casa, l'occasione più clamorosa è al 380, quando Dabo fa partire un bolide che va a finire sulla traversa, con Júlio César impotente.

Finisce così il secondo tempo, con l'Inter che si mantiene abbastanza lontano dalla Roma e la Lazio che continua a vagare nella metà classifica.

Fonti