Arrestato a Toronto il latitante Giuseppe Coluccio

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

venerdì 8 agosto 2008

Arrestato ieri a Toronto, Canada, il noto boss della 'ndrangheta Giuseppe Coluccio. L'arresto è avvenuto nel corso di un'operazione congiunta della polizia canadese e dei Carabinieri del ROS.

L'uomo, inserito nell'elenco dei trenta latitanti più pericolosi d'Italia, viveva in un appartamento di un prestigioso grattacielo con vista sul lago Ontario. Nel corso della successiva perquisizione gli agenti hanno rivenuto un milione di dollari in traveller's cheques.

Coluccio è nato nell'aprile 1966 a Gioiosa Ionica, in provincia di Reggio Calabria. Viene arrestato per la prima volta nel 1991 per traffico e spaccio di stupefacenti e, dopo lunghe indagini, è accertato il suo ruolo di raccordo tra i fornitori sudamericani e le cosche calabresi. Nel 1998 un'altra indagine del ROS accerta il suo coinvolgimento in un traffico di cocaina. Il criminale aveva dei contatti anche con la criminalità turca, da cui si riforniva di eroina che veniva portata in Italia con dei pescherecci controllati dalla cosca di cui faceva parte Coluccio. Questi era coinvolto anche in attività estorsive. Il 2 aprile 2004 i Carabinieri assicurano alla giustizia il fratello Salvatore, ricercato dal 2000 per associazione mafiosa ed associazione finalizzata al traffico internazionale di stupefacenti. Giuseppe Coluccio è ricercato dal 2005 per associazione di stampo mafioso, traffico internazionale di stupefacenti e altri reati.

Dal Canada continuava a dirigere il traffico di droga tra l'America meridionale e l'Italia assieme a Giuseppe Cuntrera, detto "Big Joe", figlio di un boss arrestato nel 1998 a Málaga (Spagna) sempre dal ROS.

Fonti[modifica]