Bagnasco, nuove minacce sui muri di Genova

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

domenica 8 luglio 2007

Monsignor Angelo Bagnasco

«Morte al Papa», «Bagnasco gay», «Morte agli assassini»: queste sono le scritte apparse stamani su un muro di un capannone in Val Brevenna, nell'entroterra genovese. Sullo stesso muro, mani ignote hanno tracciato anche una stella a cinque punte, simbolo delle Brigate rosse. Nel vicino Santuario dell'Acqua, proprio oggi, monsignor Angelo Bagnasco, Arcivescovo di Genova e Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, ha presieduto una celebrazione eucaristica.

Sull'episodio indagano gli uomini dei Carabinieri di Savignone e di San Martino di Genova. Le scritte, comunque, sono già state rimosse.

Fonti