Calcio, Palermo: la presidenza torna italiana

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

Palermo, giovedì 14 febbraio 2019

Nuovi scenari in merito alla situazione societaria del Palermo.

Nella settimana che porta allo scontro diretto con il Brescia per la testa della classifica del campionato di Serie B 2018-2019, ci sono state significative evoluzioni sul piano amministrativo della società.

A seguito delle dimissioni del board inglese, l'amministratore delegato Emanuele Facile ha svolto una serie di incontri con interlocutori più o meno noti all'opinione pubblica. Il più significativo fra questi è stato quello con Emanuele Follieri, che tramite il suo gruppo imprenditoriale si trovava ad un passo dalla firma per chiudere l'affare, affare saltato in quanto la società ha dichiarato di essere in possesso di un'offerta migliore proveniente dal fondo statunitense "York Capital Management".

«L'accordo tra le parti era stato raggiunto e prevedeva l'immissione immediata di 5 milioni di euro nelle casse del club rosanero per far fronte agli stipendi ed evitare punti di penalizzazione, il versamento di euro 1,2 milioni a titolo di corrispettivo, l'accollo della somma di 22,8 milioni di euro relativa alla società lussemburghese Alyssa SA e l'obbligazione a far fronte agli impegni finanziari della U.S. Città di Palermo al fine di riportare il giusto equilibrio finanziario e rimuove l'attuale stato di grave difficoltà. [...] A sostegno della sua marcia indietro il dott. Facile adduceva il fatto che la società controllante inglese aveva appena ricevuto un'offerta migliore di quella che si stava sottoscrivendo con la Follieri Capital Limited.»[1]

Ma le scadenze, soprattutto quelle burocratiche con il palazzo del calcio italiano, incombono. Infatti, entro il 18 febbraio bisogna pagare gli stipendi ai dipendenti per scongiurare una penalizzazione di 4 punti in classifica.

Nella serata di ieri la svolta: il Palermo torna italiano. Infatti, un comunicato della Sport Capital Group annuncia il passaggio del 100% delle azioni societarie a Daniela De Angeli allo stesso prezzo di acquisto.[2] La De Angeli è storico direttore amministrativo della società presieduta da Maurizio Zamparini, e adesso diventa il nuovo amministratore delegato; il direttore dell'Area Tecnica Rino Foschi, invece, assume immediatamente la carica di Presidente.[3]

Note[modifica]

  1. «Palermo, Follieri si ritira dall’acquisto: il fondo Usa può chiedere a breve», corrieredelmezzogiorno.corriere.it. URL consultato in data 15 febbraio 2019.
  2. «Palermo, cedute quote a Daniela De Angeli: il comunicato della Sport Capital Group», mediagol.it. URL consultato in data 15 febbraio 2019.
  3. «Comunicato della Società», palermocalcio.it. URL consultato in data 15 febbraio 2019.

Notizie correlate[modifica]

Calcio: nuovi aggiornamenti sulla struttura societaria del Palermo Calcio, caos Palermo: si dimette il presidente Richardson