Calcio: Milan campione d'Italia 2011

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

sabato 7 maggio 2011

Stemma dell'AC Milan

Il Milan conquista ufficialmente lo scudetto 2010-2011, il 18º titolo della sua storia, a seguito del pareggio a reti inviolate ottenuto allo stadio Olimpico contro i padroni di casa della Roma e con due giornate d'anticipo sulla fine del torneo. In virtù della classifica che vedeva la squadra rossonera in vetta a quota 77 punti, otto lunghezze sopra la più immediata inseguitrice, l'eterna rivale Inter, e con soli tre incontri da disputare per entrambe, un solo punto da ottenere in una qualsiasi delle tre partite sarebbe stato sufficiente al Milan per centrare il trionfo.

Con il successo ottenuto il Milan pareggia i conti proprio con l'Inter a quota 18 trionfi, spezzando anche la serie di cinque scudetti consecutivi messa a segno dalla società nerazzurra dal 2006 al 2010. Ancona lontana è la Juventus ferma a quota 27, dopo l'ultimo successo ufficiale ottenuto nel 2003.

Per il tecnico Massimiliano Allegri si tratta del primo trofeo nella sua storia, conquistato inoltre durante la sua prima stagione alla guida del Milan, mentre l'attaccante svedese Zlatan Ibrahimović centra l'ottavo titolo nazionale consecutivo con cinque squadre diverse (Ajax, Juventus, Inter, Barcellona, Milan) in tre campionati diversi (Paesi Bassi, Italia, Spagna) nonostante i primi due vinti da juventino siano poi stati revocati.

L'eco del successo milanista raggiunge anche l'estero, come testimoniano le testate sportive di alcuni paesi europei e non. In Spagna, ad esempio, il quotidiano Marca celebra il titolo rossonero pur sottolineando le solite critiche mosse al calcio italiano, accusato di essere troppo lento e ormai lontano dai grandi di Spagna e Inghilterra. Lo stesso incontro fra Roma e Milan viene definito noioso e con poco calcio. Più stringato As, che si limita a registrare il successo sottolineando anche il filotto di vittorie consecutive di Ibrahimović.

Fonti