Campionato mondiale MotoGP 2008, Gran Premio d'Olanda: domina Stoner, Rossi solo 11º

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

sabato 28 giugno 2008

Casey Stoner l'anno scorso a Phillip Island

Veramente imprendibile Casey Stoner oggi nel Gran Premio motociclistico d'Olanda corsosi ad Assen. Partito dalla pole position, l'australiano viene sopravanzato da Daniel Pedrosa, ma al termine del primo giro è già tornato in testa. A questo punto comincia la sua insostenibile fuga. Ottiene alla fine la sua seconda vittoria consecutiva, dopo quella nel Regno Unito.

Sfortunata la gara di Valentino Rossi: partito terzo, perde subito tre posizioni e dopo poche curve tocca Randy De Puniet e cade. Riesce a ripartire, ma la moto non è nelle migliori condizioni. Riesce comunque a concludere undicesimo e a guadagnare 5 punti. Però Pedrosa, giunto secondo, passa in testa al mondiale a quota 171 punti, con 4 lunghezze su Rossi. Completa il podio Colin Edwards davanti a Nicky Hayden, che negli ultimi metri finisce la benzina. Quinto Andrea Dovizioso, davanti a Jorge Lorenzo e Chris Vermeulen. Ultimo Marco Melandri. Stagione veramente negativa per lui. Stoner è a quota 142 puti, 29 in meno del leader Pedrosa.

In 250 Álvaro Bautista ottiene la sua seconda vittoria stagionale. La pista è sia bagnata che asciutta. Parte benissimo Thomas Lüthi, che tocca Marco Simoncelli che perde molte posizioni. L'italiano rimonta e avvia un duello con Hiroshi Aoyama e Mika Kallio e, poco dopo, anche con Héctor Barberá e Alex Debón. Barberá finisce lungo nel duello e rientra in pista incurante degli avversari. Nel frattempo in testa Lüthi e Bautista battagliano. Lo svizzero è più veloce in condizioni di bagnato, ma nel finale la pista è asciutta e lo spagnolo va a vincere. Simoncelli terzo, Kallio settimo. Ora Kallio ha 140 punti contro i 139 di Simoncelli.

Nella classe 125 la gara è divisa in due parti: dopo 9 giri comincia infatti a piovere e la direzione gara decide di interrompere la sessione. In questa prima parte ha dominato Bradley Smith, che cade terribilmente dopo l'esposizione della bandiera rossa. Però conta la classifica del giro precedente e il britannico riparte davanti a tutti. La gara riparte per 5 giri. Smith parte malissimo e Joan Olivé, Simone Corsi e Gábor Talmácsi volano in testa. Nell'ultimo giro Talmácsi e Esteve Rabat lottano per la vittoria, ma lo spagnolo sbaglia l'entrata in curva e l'ungherese vince davanti a Olivé, che ha passato sul rettilineo d'arrivo Corsi. Il leader del mondiale Mike Di Meglio conclude 7° ed è a quota 141, con 16 lunghezze su Corsi.

Fonti