Questa pagina è protetta

Città del Vaticano: emessa prima condanna per possesso di droga

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

Città del Vaticano, domenica 6 maggio 2007
Per la prima volta nella storia, il Tribunale dello Stato della Città del Vaticano ha emesso una condanna per possesso di stupefacenti.

La sentenza riguarda un ex-dipendente del Governatorato della Santa Sede, già licenziato perché condannato in Italia per altri reati penali.

Il tribunale, presieduto dal Prof. Giuseppe Dalla Torre, ha condannato l'ex-dipendente a 4 mesi di reclusione (con il beneficio della sospensione condizionale) per aver nascosto, in un cassetto sul luogo di lavoro, 87 grammi di cocaina. Lo stesso è stato anche assolto dalle accuse di ricettazione e minacce.

La sentenza, emessa ieri, rappresenta un unicum nella storia della teocrazia d'Oltretevere, accentuato dall'assenza di norme relative alla detenzione e allo spaccio di droga nel corpus legislativo della Santa Sede.

Fonti