Colpo di stato in Mauritania 2005

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

3 agosto 2005

Approfittando dell'assenza del presidente della Mauritania Maaouya Ould Taya alle esequie per re Fadh, formazioni militari hanno rovesciato il suo governo, senza spargimento di sangue.

Il potere è stato assunto da un gruppo di ufficiali comandati dal colonnello Ely Ould Mohamed Vall (capo della sicurezza nazionale) e dal colonnello Mohammed Abdel Aziz (comandante della guardia presidenziale).

Il golpe è iniziato alle 5 del mattino, con l'occupazione della radio e della televisione. I militari si sono quindi diretti al palazzo presidenziale, raccogliendo tra le loro fila altri rivoltosi lungo il percorso.

In un comunicato, immediatamente successivo al colpo di stato, viene promesso il ritorno ad un governo civile con libere elezioni entro due anni. È stato anche affermato il rispetto di tutti i trattati internazionali preesistenti.

Le Nazioni Unite e l'Unione europea, tramite i loro rappresentanti, hanno condannato il golpe.

Il presidente Taya aveva preso il potere con un golpe nel 1984. Già nel passato erano stati fatti diversi tentativi di spodestare Taya.

Fonti