Confindustria: no ad un anno bianco

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

20 giugno 2005

«Abbiamo bisogno di decisioni, ma siamo di fronte a un anno di campagna elettorale con il rischio di situazione da anno bianco», ha affermato Luca Cordero di Montezemolo all'assemblea annuale di Assolombarda, preoccupato per il possibile stallo delle leggi che lo riguardano più da vicino.

Lancia anche un avvertimento agli Euro-scettici sottolineando che «senza l'euro la nostra situazione sarebbe assai peggiore» proponendo inanzitutto «un rilancio dell'Europa» e richiamando ad uno sviluppo «nella strada dell'integrazione, dell'edificazione di infrastrutture europea, delle liberalizzazioni, della costruzione di politiche esterne comuni.»

Non mancano moniti al Governo affermando che «c'erano impegni pubblici forti e autorevoli. E la necessità di restituire alle imprese un contesto più favorevole alla competizione internazionale. Ciò che è accaduto è sotto gli occhi di tutti», lasciando così alle polemiche la maggioranza che denuncia un influenza partitocratica da parte sua.

Di contro si schiera per la difesa della legge sulla competitività affermando che «i problemi vanno affrontati con rigore e determinazione, senza ascoltare le sirene dei piccoli interessi corporativi e senza indulgere alle politiche delle promesse e dei rinvii. È quanto invece è purtroppo avvenuto sulla vicenda dell'IRAP.»

Fonti