Consiglio degli astronomi verso l'accordo: 3 nuovi pianeti nel sistema solare

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

Praga, mercoledì 16 agosto 2006

I sette scienziati riuniti a consiglio nella città di Praga si avviano verso un accordo. Probabilmente Plutone rimarrà pianeta del Sistema Solare, anche se ciò comporterà l'ingresso all'interno del sistema di tre nuovi oggetti celesti. Si tratta di Caronte, Cerere e 2003 UB313. Si potrebbe chiudere così una discussione durata molti anni e che ha stravolta l'antica definizione di pianeta, ovvero un oggetto celeste che ruota attorno ad un punto fisso e secondo uno schema fisso.

Nel caso di Caronte, se venisse accettato l'accordo, si avrebbe un sistema doppio formato da Caronte e da Plutone: finora infatti, Caronte era stato sempre considerato come un satellite di Plutone, anche se i due corpi celesti sono molto simili.

Cerere, invece, sino a questo momento viene considerato un asteroide orbitante nella fascia tra Marte e Giove, ed è il più piccolo fra le probabili new entry.

2003 UB313, soprannominato Xena, è invece il più grande dei tre, e la sua entrata nel sistema solare finirebbe per dar vita ad una nuova fascia di pianeti: quella dei plutonidi, insieme a Plutone e Caronte.

L'accordo sarebbe giunto dopo due giorni di intense discussioni, e secondo i rumors, anche dopo una notte insonne per molti scienziati timorosi di non riuscire a giungere ad un punto di incontro. Tuttavia tutto è andato per il verso migliore, e il sistema solare si è arricchito di tre nuovi "pianeti". Adesso la "formazione" degli oggetti orbitanti intorno al Sole è: Mercurio, Venere, Terra, Marte, Cerere, Giove, Saturno, Urano, Nettuno, Plutone-Caronte e Xena. Ma la lista rischia di allungarsi drasticamente: per la nuova definizione di pianeta che è uscita dal congresso, un'altra dozzina di corpi celesti potrebbero entrare a far parte dei pianeti del sitema solare.

Articoli correlati

Fonti