Cristina Fernández de Kirchner assume la presidenza dell'Argentina

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

martedì 11 dicembre 2007

Il passaggio di consegne

L'ex senatrice Cristina Fernández de Kirchner ha assunto oggi, lunedì 10 dicembre 2007, la presidenza della nazione Argentina presso il Congresso argentino, alla presenza di vari leader del paese e stranieri; per l'Italia era presente il ministro delle politiche familiari, Rosy Bindi, che ha rilasciato uno spiritoso commento sulla successione al comando del paese sudamericano tra marito e moglie.

Foto ufficiale della presidenta

Cristina Fernández ha ricevuto la presidenza dalle mani di suo marito, Néstor Carlos Kirchner. Prima di ricevere il bastone e la fascia bianco-azzurra, simboli del presidente, la presidenta ha giurato per Dio, la Patria e i Santi Evangelisti.

All'uscita dal Congresso, alcuni fogli hanno cominciato a cadere dai palchi.

La Kirchner, con le elezioni di due mesi fa, è divenuta la prima donna eletta presidente direttamente dal popolo e la seconda donna presidente; la prima infatti fu Isabel Peron, succeduta al marito che morì durante il suo mandato.

Tra i numerosi invitati stranieri, erano presenti anche il presidente del Venezuela, Hugo Chávez, che ha cordialmente salutato il Principe Felipe, giunto in rappresentanza della nazione spagnola. Questo è stato il primo incontro cordiale tra il leader venezuelano e un rappresentante della Spagna, dopo lo spiacevole episodio avvenuto alla conferenza congiunta Spagna-sud America, nel quale il re Juan Carlos I di Spagna aveva zittito Chávez con la frase diventata celebre ¿Por qué no te callas? (perché non stai zitto?)

Articoli correlati

Fonti