Crotone, ucciso 37enne figlio di un boss

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

domenica 23 marzo 2008

Ieri sera davanti al garage di casa è stato ucciso, a Crotone, Luca Megna, 37enne figlio del boss della 'ndrangheta Domenico Megna, attualmente detenuto. Il giovane, a bordo di una Fiat Panda all'interno della quale viaggiavano anche la moglie e la figlia di 5 anni, è stato bloccato da ignoti che hanno esploso alcuni colpi di arma da fuoco. Colpito dai proiettili, Megna è morto prima dell'intervento dei sanitari. Nell'agguato è rimasta gravemente ferita la figlia della vittima, affidata alle cure dei medici dell'ospedale di Catanzaro. Non destano preoccupazione, invece, le condizioni della moglie di Megna.

La circostanza che per l'omicidio siano state utilizzate tre pistole di diverso calibro consente agli investigatori di ipotizzare che l'atto sia da ricondurre a contrasti sorti nell'ambito della criminalità organizzata calabrese.

Nessun riscontro è stato ottenuto dai controlli e dalle perquisizioni che, subito dopo l'agguato, gli uomini della Squadra mobile di Crotone hanno avviato nei confronti di pregiudicati della zona.

Fonti