Debutto computer portatile a manovella 2005

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

17 novembre 2005

Immagine del prototipo (seconda versione)

È stato presentato oggi al WSIS di Tunisi il computer portatile progettato dal Media Lab del MIT che costerà soltanto 100 dollari (85 euro) e che potrà contribuire all'informatizzazione dei paesi in via di sviluppo.

Questo rivoluzionario computer, destinato agli studenti, è stato progettato grazie all'iniziativa One laptop per child e verrà venduto direttamente ai governi e alle organizzazioni umanitarie, ma il suo ideatore, Nicholas Negroponte, ha spiegato che «sarà di proprietà dei bambini, questo è fondamentale. Solo così siamo certi che sarà trattato come si deve».

Il WSIS è il forum mondiale dell'ONU per la società dell'informazione sui temi del digital divide e della diffusione dell'informatica, al quale era presente il segretario generale dell'ONU Kofi Annan che ha dichiarato: «la scommessa è quella di rendere i bambini liberi di impostare attivamente il proprio percorso culturale».

Il portatile è grande come un libro, utilizza un processore AMD da 500MHz, 128MB di memoria RAM, 1GB di memoria fissa, può esser connesso a reti wireless ed è in grado di operare in zone in cui non è presente l'energia elettrica, utilizzando semplicemente una manovella. Il sistema operativo sarà Red Hat Linux o un altro sistema open source e comprenderà un elaboratore di testo, un browser web, un client e-mail e potrà funzionare anche come televisione o libro elettronico, risparmiando quindi anche sull'acquisto dei libri di testo.

Il computer non è ancora in produzione ma Brasile, Thailandia, Egitto, Nigeria e Sudafrica sono stati i primi paesi ad aderire all'offerta e anche paesi più benestanti sono interessati, come il Massachusetts che ha stanziato 54 milioni di dollari (46 milioni di euro) per offrirlo ai propri studenti.

Il basso consumo energetico è stato reso possibile grazie all'utilizzo di nuove tecnologie e il costo estremamente ridotto è stato raggiunto rimuovendo voci non necessarie, come le spese di vendita, marketing e profitti aziendali. Il portatile infatti verrà venduto direttamente dal produttore al consumatore. La realizzazione di un prodotto commerciale sarebbe possibile probabilmente al doppio del prezzo, per coprire gli oneri commerciali e sostenere la produzione destinata ai paesi poveri.

Fonti

Collegamenti esterni

Commons

Commons contiene immagini e file multimediali su Debutto computer portatile a manovella 2005.