Questa pagina è protetta

Dimissioni Follini da segretario UDC 2005

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

15 ottobre 2005

Marco Follini ha dato le dimissioni dalla sua carica di segretario del partito UDC. Pier Ferdinando Casini ha definito le dimissioni di Follini un danno grave.

Le dichiarazioni di Follini: «Ci siamo giocati un pezzo della nostra anima politica. Abbiamo avuto la nuova legge elettorale, ma, sull'altro piatto della bilancia, c'è l'archiviazione del tema della leadership. Quanto all'argomento delle primarie,» riferendosi a Silvio Berlusconi «sfiora il ridicolo». «Da uomo del centrodestra, ho chiesto un altro leader della coalizione e un modo democratico per sceglierlo. Tutto questo oggi non c'è e ritengo giusto trarne le conseguenze».

Casini ha replicato: «La riforma elettorale proporzionale è l'atto di nascita della Repubblica di centrodestra. Se Marco lascia, l'UDC apparirebbe subalterna al premier».

Per la sostituzione di Follini nasce l'ipotesi di un reggente o di una reggenza. Rocco Buttiglione potrebbe fare da ponte fino alla prossime elezioni. Anche Mario Baccini potrebbe ricoprire questo ruolo provvisorio.

Fonti