Discussione:Manifesti ateo-agnostici: continuano le polemiche/Commenti

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

← Ritorna all'articolo

Commenti

Questo è lo spazio per i commenti alla notizia. Se vuoi far presente un problema all'articolo in sé, come, ad esempio, un errore, devi usare la pagina di discussione relativa. I commenti presenti in questa pagina non devono essere conformi al punto di vista neutrale, ma, in ogni caso, devi rimanere in argomento ed evitare insulti, parolacce e altre parole che possono riscaldare gli animi. Sii comprensivo e gentile. Una discussione civile e un dibattito educato rende le pagine di commento un luogo amichevole. Pensa, prima di inserire il tuo commento.
Ricorda di firmare i commenti usando 4 tildi (~~~~), che verranno automaticamente sostituite col tuo nome utente e la data corrente.

Clicca qui per aggiungere un nuovo commento · Aggiungi il tuo commento a uno già esistente

Per quanto riguarda l'ateismo, mi sembra che possiamo aprirne un dibatito molto più largo, dove potrano includersi tutti gli'interessati. Poichè l'ateismo fu un periodo sovraposto sull'opinione pubblica non dagli autori del materialsimo dialettico (Marx, Engels, e tutti gli altri; precedenti o posteri pensatori) , come fonte piu importante per lo sviluppo del comunismo, ma di tuti colloro che hanno capito male l'intera idea dell' ideologia comunista. In sostanza, secondo le mie cognizioni, l'ateismo vero e proprio non esiste: tutti sono credenti, ma alcuni (Teisti) accetano Dio, come forza suprema, e Creatore, mentre che gli altri (atei) creano proprii dei (artiuficali) per facilitarsi la vita. Esatamente a causa di questi fatti, non possiamo lasciare un dubatito cosi serio, come è sempre il dibatito legato all'esistenza Sua, alla gente che aveva deciso con parechi metodi radicali distrugere l'intera educazione su una vita più etica, più civilizata e più organizata, come e quella organizata colla sapienza dell' esistenza del Dio.Dunque, anche le manifestazioni di questo genere mi sembrano superflue, ma come ognuno ne ha il diritto di esprimersi liberamente, forse si possano giustificare anche esse. Vivendo in un sistema (cioè paese) dove fino ad ieri l'ideologia statale fu il totalitarismo comunisa, sto in opinione che non c'e migliore modo di vivere una vita normale, serena, creativa, scegliendo il modelo della presenza della fede, come un fatto improtantissimo per sentirsi bene, sicuro, fiducioso. Nel mio paese tutto fu dubitoso, e nessuno credeva a nessuno, esatamente a causa dell'ideologia menzionata. E dificile e tanto penoso viverne nei condizioni dove ognuno e difidente verso ognuno. Dunque, secondo mia propria esperienza, l'ateismo rimane solo come una memoria (immagine) del sciecolo passato, nonostante vechissimi radici. Tutti sono credenti, esatamente l'intero mondo coltiva rapporti di fiuciosita fra la gente, popoli, amici, compagni. Altrimenti come si viverebbe?