Economia: BCE porta i tassi al 2,50%

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

giovedì 4 dicembre 2008

Euro banknotes.png

Per il terzo mese consecutivo la Banca Centrale Europea ha deciso di abbassare nuovamente il costo del denaro portando i tassi d'interesse dal 3,25% di novembre al 2,50% odierno.

Ormai lontano il rischio di una crescita dell'inflazione (in Italia crollata al 2,7%) la BCE ha ritenuto opportuno aiutare i mercati favorendo liquidità. Il taglio di oggi di 0,75 punti base porta il costo del denaro ad un livello che non si aveva dal maggio del 2006.

Nella stessa riunione è stato deliberato l'abbassamento del tasso sui depositi dal 2,75% al 2% e il tasso marginale dal 3,75% al 3%.

La risposta delle borse è stata tiepida, infatti alcuni analisti si attendevano un taglio molto più consistente attorno all' 1%.

Articoli correlati[modifica]

Fonti[modifica]