Economia: inflazione al 2,3% a giugno 2006

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

30 giugno 2006

L'inflazione nel mese di giugno è salita dello 0,1% rispetto a maggio e del 2,3% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente. Le stime sono state diffuse dall'Istat, i dati definitivi verranno diffusi il 14 luglio. Si tratta dell'aumento tendenziale più consistente dall'agosto del 2004. L'indice armonizzato su base europea, calcolato ai fini dell'indice rilevato dall'istituto Eurostat, ha evidenziato un aumento dello 0,1% congiunturale e del 2,4% tendenziale.

Sull'impennata dell'inflazione pesano gli aumenti per gli alimentari non lavorati, la confluenza della posta ordinaria nella posta prioritaria, e l'aumento di tariffe di stabilimenti balneari e trasporti marittimi. I capitoli su alimentari e bevande analcoliche e trasporti, sono aumentati del +0,3% su mese.

Aumenti tendenziali

Gli incrementi tendenziali più alti sono nei capitoli "Abitazione, acqua, elettricità e combustibili" (+5,7%), "Bevande alcoliche e tabacchi" (+5,2%), "Trasporti" (+4,1%) e 'Istruzione' (+3,0%).

L'arrivo della stagione estiva fa sentire il suo peso per l'aumento dei costi negli stabilimenti balneari (+7,3%). Il trasporto marittimo è aumentato del +3,9% su maggio e del 10,7% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente.

Capitoli controtendenza

Una variazione tendenziale negativa si ha nel capitolo "Comunicazioni" (-3,5%), che si deve al calo del prezzo degli apparecchi telefonici (-13,5% su base annua)

I prodotti energetici registrano invece una frenata a giugno (-0,3%), anche se su base tendenziale l'aumento resta molto forte (+10,6%). La benzina scende dello 0,2%, il gasolio dello 0,7%, nonostante presentino aumenti tendenziali su giugno 2005 rispettivamente del +11,3% e +11%.

Fonti