Finlandia: Tarja Halonen vince le presidenziali 2006

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

29 gennaio 2006

La bandiera del Presidente della Repubblica della Finlandia

Il secondo turno delle elezioni presidenziali in Finlandia si è concluso, decretando la socialdemocratica Tarja Halonen vincitrice, con il 51,8% dei voti, mentre l'attuale ministro delle finanze, il conservatore Sauli Niinistö, ha ricevuto il 48,2% dei voti.

Oggi i sondaggi indicavano un testa a testa tra i due candidati, entrambi dati intorno al 50%. L'affluenza totale alle urne è stata di 3.148.780 elettori, il 77,2% degli aventi diritto, ma le cifre devono esser confermate entro mercoledì. Nel 2000 Halonen aveva vinto al secondo turno contro Esko Aho, più o meno con la stessa percentuale, ma l'affluenza era stata dell'80,2%.

Anche questa volta Halonen non è riuscita ad ottenere una maggioranza schiacciante al primo turno, arrivando quindi al ballottaggio.

Un punto cruciale della campagna elettorale è la possibilità che la Finlandia diventi un membro della NATO. Halonen sostiene l'attuale politica finlandese del non-allineamento, con una forza difensiva propria ed indipendente, ma non esclude la possibilità che in futuro la Finlandia ne entri a far parte. La cooperazione con la NATO continuerà e verrà estesa, malgrado la maggior parte dei finlandesi si opponga.

Halonen sarà investita ufficialmente il 1 marzo per il suo secondo mandato, diventando la diciannovesima presidente della Finlandia.

Notizie precedenti

Fonti

Wikinews
Questo articolo, o parte di esso, deriva da una traduzione di Tarja Halonen wins the 2006 presidential election in Finland, pubblicato su Wikinews in inglese.