Giavellotto colpisce atleta al Golden Gala di Roma

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

Roma, domenica 15 luglio 2007

Tero Pitkämäki al Helsinki Grand Prix nel luglio 2005.

Incidente al Golden Gala di atletica che si sta tenendo allo Stadio Olimpico di Roma in questi giorni. Venerdì 13 luglio, il giavellotto lanciato dal finlandese Tero Pitkämäki è andato di poco fuori dal settore di caduta, colpendo il francese Salim Sdiri che si stava allenando per il salto in lungo.

Il saltatore è stato colpito alla schiena, ma non ha riportato traumi né al fegato, né ai polmoni, ed è stato dimesso nella mattinata di oggi dal policlinico Gemelli dove è stato ricoverato. Lo stesso Sdiri ha in seguito commentato: «Non mi sentivo troppo tranquillo. La nostra gara è iniziata mentre i giavellottisti si stavano riscaldando. I giavellotti cadevano non lontano dalla nostra zona e me ne immaginavo uno piantarsi non lontano dal mio piede.»

Già in passato, il lancio del giavellotto è stato causa di numerosi incidenti, tra cui due sono finiti in modo tragico. Il primo in Francia, dove un giudice è morto all'istante dopo essere stato colpito in pieno petto. Il più recente, nell'agosto del 2004 a Liberec in Repubblica Ceca, dove a morire è stato un ragazzo di appena 13 anni. Per la poca sicurezza, l'Associazione Internazionale delle Federazioni di Atletica Leggera ha già deciso da tempo di effettuare il lancio del martello in momenti diversi rispetto agli altri sport.

Fonti