Giornata di attentati in Iraq: 43 morti tra Baghdad, Kirkuk e la provincia di Diyala

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

lunedì 28 luglio 2008
Questa mattina, nella capitale irachena Baghdad, sono stati compiuti tre diversi attentati, da tre donne kamikaze, che si sono fatte esplodere tra la folla, in una giornata molto importante per il popolo sciita e nel pieno di un pellegrinaggio.

Nelle esplosioni sono rimaste uccise 28 persone, mentre i feriti sono stati 72. Nello stesso arco di tempo, sono avvenuti altri due attentati, uno a Kirkuk provocando 11 morti e 54 feriti, mentre l'altro nella provincia del Diyala, uccidendo 4 civili, tra cui una donna.

Già nella giornata di ieri, un commando aveva aperto il fuoco nella zona meridionale della città, uccidendo 7 pellegrini. I festeggiamenti per l'anniversario della morte di Moussa Al Kadhim si protrarranno per tutta la giornata di oggi e continueranno per tutta la giornata di domani, ed è per questo che sono state impiegate maggiori misure di sicurezza. Tre anni fa, in occasione degli stessi festeggiamenti, furono uccise tra la confusione circa mille persone, soltanto perché s'era diffusa la voce che un kamikaze si sarebbe fatto esplodore su un ponte, tra migliaia di persone.

Fonti