Gli Stati Uniti rompono con Hamas

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

29 marzo 2006

Abu Mazen

La notizia era nell'aria, ma tutti speravano non accadesse: oggi l'amministrazione americana ha dato comunicazione ai propri funzionari e al corpo diplomatico che le comunicazioni ufficiali con l'Autorità Nazionale Palestinese devono essere concluse. La decisione è giunta a seguito della vittoria dell'organizzazione terroristica di Hamas alle elezioni per eleggere il Parlamento palestinese. Le uniche eccezioni sono il presidente Abu Mazen e i suoi collaboratori, membri del partito moderato di Al Fatah e da sempre interlocutori degli Stati Uniti.

La decisione è giunta qualche ora prima del giuramento del nuovo governo palestinese, e denuncia l'impossibilità, da parte degli USA, di trattare con Hamas.

Nel frattempo la cerimonia di insediamento e giuramento del nuovo governo, che ieri ha ottenuto la fiducia del Parlamento, si è svolta in video conferenza fra la Striscia di Gaza (dove risiede il nuovo premier, Ismail Haniyeh) e la Cisgiordania, dal momento che Israele non permette ai ministri e ai deputati di Hamas di spostarsi fra le due parti.

Fonti