Guardia di Finanza di Reggio Calabria scopre tre falsi non vedenti con la patente

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

giovedì 5 giugno 2008

La Guardia di Finanza di Reggio Calabria, con una serie di pedinamenti e filmati ripresi di nascosto, ha smascherato tre falsi non vedenti. I tre, G.D., T.A. e M.D., che percepivano un'indennità di invalidità totale, sono stati denunciati per truffa ai danni dello Stato; secondo quanto scoperto dagli agenti, nonostante una certificazione di cecità assoluta, circolavano in totale autonomia per le vie della città, anche al volante di autovetture.

In particolare, uno dei tre è stato sorpreso mentre accompagnava, come di consueto e senza alcuna limitazione, i nipoti a scuola; un altro è risultato in possesso della patente di guida, rinnovata regolarmente; il terzo ha precedenti penali per pascolo abusivo.

La truffa è stata scoperta durante accertamenti negli ambiti delle prestazioni sociali e delle erogazioni di indennità di accompagnamento. Immediato il sequestro e il blocco delle erogazioni delle pensioni da parte del GIP del Tribunale di Reggio Calabria.

Denunciato anche un membro della Commissione medica invalidi di Reggio Calabria - che aveva riconosciuto la loro inabilità - raggiunto da un avviso di garanzia. Questi, avrebbe falsificato certificati medici della Divisione Oculistica dell'Ospedale Reggio Calabria e di altri sanitari, all'oscuro di quanto avvenuto, esprimendo poi in commissione falsi giudizi sullo stato visivo dei tre soggetti. Il danno nei confronti dello Stato è stimato intorno ai 200 000 euro.

Sono in corso ulteriori indagini per il recupero delle somme già erogate e l'individuazione di eventuali altri soggetti che avrebbero percepito indennità illegali.

Fonti