I benzinai proclamano 15 giorni di sciopero contro le liberalizzazioni di Bersani

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

giovedì 13 settembre 2007

Tamoil station Pijnacker.jpg

I gestori delle stazioni di servizio sono di nuovo sul piede di guerra. È stato infatti proclamato uno sciopero di 15 giorni contro le liberalizzazioni del secondo decreto ideato dal ministro dello sviluppo economico Pierluigi Bersani. Il sindacato dei benzinai ha inoltre comunicato che nei prossimi giorni verrà pubblicato il calendario con le date delle serrate.

Il disegno legge Bersani è tuttora all'esame del Senato, che dovrà decidere, tra le altre norme, di liberalizzazioni in materia di carburanti.

Il comunicato dice che «Il Governo, servendosi dei gruppi di maggioranza, ha presentato al Senato emendamenti al ddl Bersani che azzerano qualsiasi regolamentazione sugli orari di esercizio e, soprattutto, abrogano le norme che finora avevano costretto i petrolieri ad accettare una forma di contrattazione capace di contenere il loro strapotere nei confronti dei gestori», per poi parlare di «un nuovo attacco ad una intera categoria di lavoratori - i gestori - che hanno il solo torto di difendere i propri posti di lavoro e la sopravvivenza di decine di migliaia di famiglie».


Fonti