Il Partito Democratico sfonda alle Europee e alle Amministrative

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

26 maggio 2014
Risultati sorprendenti quelli ottenuti dal Partito Democratico alle elezioni europee di ieri di cui già nella tarda serata si era incominciato lo spoglio, ottenendo ben il 40,8% dei consensi, immediato il commento del Presidente del Consiglio Matteo Renzi che, nella mattinata ha pubblicato un tweet dicendo di essere commosso per l'incredibile risultato.

Durissima la stangata al Movimento 5 Stelle, prendendo "solo" il 22% dei consensi distando dal PD di ben 20 punti percentuali; nei giorni scorsi il leader dell'M5S Beppe Grillo in numerosi interventi mediatici aveva più volte rincarato la sicura vittoria del Movimento.

Anche nel centro-destra italiano la situazione non è affatto buona, anzi è notevolmente peggiorata con Forza Italia al 16% diventando terzo partito. La Lega Nord tutto sommato ne esce abbastanza bene con quasi il 6% mentre il Nuovo Centrodestra e l'Unione di Centro di Alfano e l'altra Europa con Tsipras raggiungono appena il quorum con il 4,2%.

Le vittorie del PD non si fermano alle europee, il centro-sinistra alle comunali e alle regionali sbaraglia concorrenza facendo perdere al centro-destra numerosi comuni come Prato, Padova e Bergamo e regioni come il Piemonte con Sergio Chiamparino e l'Abruzzo con Luciano d'Alfonso.

Fonti