Il decreto fiscale passa al Senato e diventa legge

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

venerdì 24 novembre 2006
Con 162 voti a favore e 155 contrari, e senza che il governo richiedesse la fiducia, il Senato della Repubblica approva senza modifiche il decreto fiscale collegato alla legge finanziaria 2007, e diventa una legge dello Stato italiano. Fra le importanti novità, il ritorno della tassa di successione e sulle donazioni, solo per la quota eccedente il milione di euro, l'aumento del bollo per moto e motorini euro 0, l'aumento delle imposte sulle plusvalenze nella vendita di immobili in possesso da meno di 5 anni e l'introduzione di nuove norme contro l'evasione fiscale.

Anche se il Senato ha approvato il testo senza modificarlo, è molto probabile che la Finanziaria subirà nuove modifiche: Palazzo Madama ha anche accolto alcuni ordini del giorno con il parere favorevole del governo, in particolare uno che prevede la progressiva diminuzione della tassazione a mano a mano che verranno recuperati crediti dall'evasione fiscale.

Di seguito, in dettaglio, alcune norme introdotte dal decreto fiscale:

Successioni: La tassa colpirà beni mobili e immobili che eccedono il milione di euro per ogni erede in linea diretta, in misura del 4% per la quota che eccede il milione. Eliminata l'esenzione per altri eredi consanguinei, che pagheranno il 6%, e anche per altri eredi che non godono di legami di parentela, che pagheranno l'8%.

Bollo per i motocicli: aumento per motocicli euro 0 fino a 11 Kw, fino a 26 euro. Per potenza superiore, l'aumento prevede un'aggiunta di 1,70 euro per ogni Kw superiore all'undicesimo.

Senza casco, fermo del mezzo: Chi verrà fermato dalle forze dell'ordine senza casco sui motocicli, subirà, oltre alla multa, anche il fermo amministrativo del mezzo fino a due mesi, che salgono a tre se la violazione viene ripetuta in due anni. Il mezzo viene poi confiscato se viene commesso con esso un reato, a prescindere dall'età del reo.

Stretta sugli scontrini: gli esercizi che non emettono scontrini per tre volte in cinque anni saranno costretti alla chiusura per un minimo di tre giorni fino a un massimo di sei mesi. Se il valore degli scontrini, tuttavia, eccede i 50 000 euro, il minimo di chiusura sarà di un mese.

Stretta sugli sponsor dei calciatori: aumentate le tassazioni per i contratti di sponsorizzazione firmati dagli sportivi, in particolare per i calciatori.

Infrastrutture per Sicilia e Calabria: il governo ha deciso di stanziare 50 milioni di euro per Sicilia e Calabria, da investire nelle infrastrutture, a seguito del blocco alla costruzione del ponte fra le due regioni. Un terzo andrà alla Calabria, il resto alla Sicilia.

Fondi per il trasporto: istituito un fondo di 101 milioni di euro per il trasporto, da utilizzare in tre anni.

Confermato l'annullamento della tassa sui superalcolici: anche il Senato conferma la cancellazione della norma che voleva tassare i superalcolici, aumentando l'imposta del 10%.

Fonti

  • «Sì del Senato al decreto fiscale, torna la tassa di successione»City, 24 novembre 2006, pag. 8
  • «È legge il dl fiscale»Metro, 24 novembre 2006, pag. 15