In manette Carlo Astorino, presidente del Castrovillari Calcio

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

mercoledì 4 giugno 2008

È stato arrestato questa mattina Carlo Astorino, 53 anni, titolare di una fabbrica di latticini a Frascineto e presidente del Castrovillari Calcio, club che milita in Serie D. L'accusa è di estorsione nei confronti di un suo calciatore. Con lui, sono stati tratti in arresto dagli agenti del commissariato di Castrovillari due suoi dipendenti, Daniele Valzano, di 39 anni, e Vincenzo Selvaggi, di 34 anni. I tre ora si trovano agli arresti domiciliari.

L'ordinanza di custodia cautelare è partita dal GIP del Tribunale di Castrovillari Annamaria Grimaldi, su richiesta del pubblico ministero Francesco Pellecchia. Le indagini sono partite su denucia del giocatore taglieggiato. Il 18 maggio scorso, alla fine dell'incontro dei play out Castrovillari - Casertana, finito 1 a 1, il presidente Astorino, furioso, scese negli spogliatoi e si scagliò contro i suoi giocatori, e in particolare con Fabio Simonetti, attaccante, espulso per proteste dall'arbitro durante il match.

Secondo le indagini, Astorino pretese dal giovane la restituzione di parte del suo ingaggio, 7 000 euro circa, come risarcimento per il risultato deludente. Spalleggiato da Valzano e Selvaggi, avrebbe sottratto al giovane con la forza le chiavi della sua BMW, esigendo in cambio dell'automobile la somma richiesta. Il calciatore, recatosi qualche giorno dopo con il padre e con una parte dei soldi nello stabilimento di Astorino, avrebbe riavuto indietro l'auto ritrovandola piuttosto danneggiata; da qui, la denuncia dell'accaduto al commissariato.

Fonti