Incendi, Benedetto XVI condanna i piromani: «Crimine contro l'umanità»

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

mercoledì 29 agosto 2007

«Azioni criminose che mettono a rischio l'incolumità delle persone e distruggono il patrimonio ambientale, bene prezioso dell'intera umanità». Così Papa Benedetto XVI ha commentato le azioni dei piromani che, in questi ultimi giorni, hanno apportato gravissimi danni nel sud dell'Italia, ma soprattutto in Grecia, causando la morte di oltre 60 persone tra vigili del fuoco, turisti e abitanti dei villaggi del Peloponneso, distrutti dai roghi che a tuttora non sono stati domati.

Ratzinger, che, causa l'afflusso eccezionale di fedeli ha tenuto l'udienza in Piazza San Pietro piuttosto che nell'Aula Paolo VI, ha inoltre invitato la folla a pregare, oltre che per le vittime degli incendi, anche per quelle dei disastri naturali in Asia.

Anche Giovanni Paolo II, nel 2003, durante il periodo estivo a Castel Gandolfo, invitò i fedeli a pregare per la fine degli incendi e del caldo particolarmente forte che, in quell'estate, provocò la morte di 30.000 persone.

Fonti