Libia: rilasciate e graziate le infermiere bulgare

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

martedì 24 luglio 2007

Le infermiere bulgare ed il medico palestinese nazionalizzato bulgaro, accusati dai tribunali libici di aver infettato centinaia di bambini con il virus dell'HIV, sono stati rilasciati e stanno facendo ritorno in patria con un aereo della presidenza della repubblica francese.

La liberazione dei medici si è potuta ottenere grazie al fortissimo contributo di Cecilia Sarkozy, moglie del neo presidente francese Nicolas.

Sull'aereo, partito in mattinata dal paese africano, sono presenti Cecilia Sarkozy, il commissario europeo Benita Ferrero-Waldner, il segretario generale dell'Eliseo Claude Guean.

Le infermiere ed il medico infine, da quanto si è appreso, sono state graziate dalle autorità bulgare.

Fonti