Lopetegui non è più l'allenatore del Real Madrid

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

Madrid, martedì 30 ottobre 2018

Lopetegui nel 2017

Julen Lopetegui, ex CT della Spagna, è stato esonerato ieri sera (con comunicato arrivato poco dopo le 21) dal Real Madrid dal suo ruolo di allenatore dopo la sconfitta per 5 ad 1 subita dal Barça; la sua carriera nei blancos, che lo hanno chiamato per sostituire il dimissionario Zinédine Zidane, facendolo insediare a due giorni dall'inizio di Russia 2018 con un triennale da €6.000.000 l'anno, è durata 4 mesi ed ha portato a 6 sconfitte su 14 gare disputate nelle varie competizioni, la nona posizione nella classifica della Liga (fuori dalla zona Champions dell'anno prossimo ad oggi) ed il primo posto nel suo girone della Champions, a pari punti con la Roma.

Al suo posto è stato nominato in via provvisoria Santiago Solari, ex tecnico ed attuale allenatore della seconda squadra, la Castilla, ma non si sa se diverrà l'allenatore definitivo o meno; il regolamento della federazione spagnola impone che venga scelto l'allenatore definitivo entro due settimane ed al momento, dopo che è sfumata l'ipotesi Conte, i nomi più gettonati sono Roberto Martínez, attuale CT del Belgio, e José Mourinho, attuale allenatore del Manchester United.

Solari è stato presentato oggi in conferenza stampa ed ha dichiarato di essere concentrato sulla gara di Copa del Rey che i blancos giocheranno a Melilla contro la squadra locale, anche quando gli hanno chiesto se spera di essere confermato, ha esaltato la rosa a sua disposizione e rifiutato qualsiasi paragone con Zidane.

Fonti[modifica]