Maltempo, imbiancato il Mezzogiorno d'Italia

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

mercoledì 21 marzo 2007

Un'ondata di freddo si è abbattuta sull'Italia, proprio all'inizio della primavera. Sui rilievi alpini, e appenninici, anche a quote relativamente basse, si sono avute nevicate, che non hanno provocato disagi alla circolazione.

La neve sta scendendo abbondante in queste ore in tutte le regioni dell'Italia meridionale, perfino in Sicilia, dove nel primo mattino ad Enna, al centro nell'isola, si è verificata un'intensa perturbazione che ha creato non pochi disagi a scuole e uffici nel centro storico, a 900 m di quota. Intorno alle 9 la temperatura è risalita sopra lo zero, facendo cessare le precipitazioni. Neve pure sull'Autostrada A19 nei pressi di Enna, e in tutti i centri della provincia posti sopra i 600m, mentre i candidi fiocchi sono scesi pure su Erice, sulle colline attorno a Palermo e, ieri, su Caltanissetta e nell'Agrigentino.

Anche la punta dello Stivale è stata imbiancata, con il Cosentino scosso da forti nevicate e l'obbligo di catene sull'A3 per gli automobilisti diretti a nord, per via delle perturbazioni in corso anche in provincia di Potenza, in Basilicata. Ancor peggio in Molise, dove la neve ha ammantato le colline a partire dai 400 m di altitudine, con accumuli di neve fino a 15 cm in montagna.

Interrotti i collegamenti con le principali isole a causa del mare agitato. Piove su molte città, mentre su Roma si è verificata una forte grandinata.

Domani si prevede una ritirata delle nevi, che cederanno il posto a piogge e nuvolosità, che comunque domenica prossima scompariranno per garantire sole nell'ultima settimana del mese e forse anche per la Settimana Santa.

Fonti