Marco Cappato: "Confindustria abbia il coraggio di rompere con il sostituto d'imposta"

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

10 agosto 2007

Marco Cappato, deputato europeo della Lista Emma Bonino e segretario dell'Associazione Luca Coscioni, critica duramente Confindustria. In uno degli ultimi comunicati attacca l'associazione degli industriali, riprendendo un tema molto caro ai Radicali Italiani: il sostituto d'imposta, che avrebbe dovuto essere abolito dopo il referendum del 1995 promosso dalla Lista Marco Pannella.

« Uno dei tanti aspetti messi meritevolmente in luce dall’inchiesta dell’Espresso sulla casta sindacale è la violazione dell’esito del referendum popolare del 1995 promosso da noi radicali, con il quale fu abolito il Sostituto d’Imposta per l’iscrizione al sindacato. Il sistema del sostituto d’imposta infatti garantisce il rinnovo automatico e spesso inconsapevole delle iscrizioni ai sindacati per un totale di oltre 11 milioni di cittadini italiani, la maggiorparte dei quali pensionati, che per uscire da questa tassa occulta dovrebbero affrontare la burocrazia sindacale armati di carta e penna.  »

Precisa ancora Cappato:

« Il referendum fu subito vanificato da Confindustria, che, preoccupata di mantenere la logica concertativa e corporativista della quale hanno da sempre beneficiato anche i grandi gruppi privati e "partecipati" dallo Stato, reintrodusse il sostituto attraverso gli accordi tra le parti. »

L'europarlamentare sbotta anche contro il presidente di Confindustria, Luca Cordero di Montezemolo:

« Oggi, Luca Cordero di Montezemolo, invece che lamentarsi dell’esclusione di Confindustria dalla concertazione, dovrebbe avere il coraggio di rompere quell’accordo antipopolare come primo passo per consentire che i prossimi confronti sul welfare e sulla finanziaria avvengano senza che la rappresentatività di una delle parti sociali sia "drogata" da un meccanismo opaco che frutta, secondo Cazzola, almeno un miliardo di euro all’anno. »


Ricerca originale
Questo articolo (o parte di esso) si basa su informazioni frutto di ricerche o indagini condotte da parte di uno o più contributori della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.