Mecca: tragedia tra i pellegrini, almeno 300 morti nella calca

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

12 gennaio 2006

Almeno 345 pellegrini sono morti nella calca durante la "lapidazione di Satana" alla Mecca. L'incidente è avvenuto alle 14,00 ora locale (le 12,00 in Italia).

La causa viene addebita alla presenza di bagagli che hanno ingombrato il passaggio dei pellegrini, provocandone la caduta e il conseguente calpestamento di parte di quanti sopraggiungevano.

Il pellegrinaggio ha causato già in tempi passati numerosi morti per incidenti simili. Nel 2004 ci furono 250 vittime, 270 nel 1994. Altri incidenti minori nel 2003, nel 2001 e nel 1998.

Il pellegrinaggio viene compiuto per ricordare il gesto del profeto Abramo che scacciò il diavolo a sassate. Oggi ogni pellegrino è tenuto a lanciare contro ognuno dei tre pilastri che rappresentano il maligno sette sassi, raccolti precedentemente nella piana di Arafat.

Nel luogo convergono centinaia di migliaia di fedeli, che si accalcano attorno al simulacro del maligno.

Il pellegrinaggio alla Mecca (Haji) è uno dei cinque pilastri dell'Islam, gli altri sono: la professione di fede (Shahada), la preghiera (Salah), la carità (Zakat) e il digiuno del Ramadan (Sawm). Si svolge tra l'8° e il 13° giorno del mese lunare di Dhu Al Hija.

Fonti