Minneapolis: cade dal diciassettesimo piano e si salva

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

Minneapolis, domenica 21 gennaio 2007

Incredibile storia ieri all'hotel Hyatt Regency di Minneapolis: un uomo, Joshua S. Hanson, 29enne originario del Wisconsin, è precipitato da una finestra dell'albergo che si trovava al diciassettesimo piano, procurandosi fratture multiple e lesioni interne, ma non è morto. Anzi, i medici che ne seguono il decorso sono ottimisti, anche se lo tengono in stato di coma farmacologico.

Hanson era appena tornato da una serata con gli amici, ed erano tornati in albergo in taxi verso la 1:30. Per ragioni ancora non chiarite, l'uomo si è affacciato alla finestra, perdendo l'equilibrio e precipitando per diciassette piani. Il responsabile della sicurezza dell'albergo si è detto esterrefatto dell'accaduto, poiché qualcosa di simile non era mai successo; le finestre, peraltro, sarebbero dotate di apposite protezioni.

Fonti