Mondiali 2006: Materazzi ascoltato a Zurigo dalla Fifa

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

14 luglio 2006


Marco Materazzi.jpg

Il 32enne difensore della Nazionale italiana, Marco Materazzi è stato ascoltato in audizione dalla Commissione disciplinare della Fifa a Zurigo. Il calciatore è stato convocato a seguito della testata ricevuta, durante la finale mondiale, dal capitano francese Zinedine Zidane.

Materazzi ha partecipato all'audizione assistito da Sergio Di Cesare, responsabile delle relazioni internazionali della FIGC, e da un legale di fiducia.

L'atleta non ha rilasciato alcuna dichiarazione, rinviando ad un successivo comunicato stampa della Federcalcio.

"Quel colpo lo poteva uccidere"[modifica]

Intanto, sugli aspetti sanitari del gesto oggetto dell'audizione interviene il dottor Francesco Furlanello, esperto mondiale di aritmie e morte improvvisa dell'atleta. Secondo il medico, il colpo ricevuto da Materazzi avrebbe potuto causargli un arresto cardiaco, essenso «ampiamente documentate le possibilità che colpi violenti improvvisi a livello della zona toracica precordiale, cioè sovrastante al cuore, possano provocare particolarmente nei giovani atleti, arresto cardiaco qualora l'urto si propaghi al cuore in un momento particolarmente vulnerabile del circuito elettrico destabilizzandolo, provocando la fibrillazione ventricolare e quindi l'arresto cardiaco». Tale anomalia è nota come "commotio cordis" ed è risultata causa di morte improvvisa in molti giovani atleti. A giudizio del medico, tali nefaste conseguenze non si sono verificate perché l'urto toracico ha avuto luogo in un punto alto e centrale e perché Materazzi non è più giovanissimo.

Notizie correlate[modifica]

Fonti[modifica]