Morto l'attore Aroldo Tieri

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

29 dicembre 2006
L'attore Aroldo Tieri è morto in una clinica di Roma all'età di 89 anni. Figlio d'arte, il padre era commediografo, si dedicò al teatro e al cinema, e recitò anche in alcuni sceneggiati televisivi. Per quarant'anni fece coppia fissa, sia nell'arte sia nella vita, con Giuliana Lojodice.

Nato il 28 agosto 1917, si diplomò all'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica. Esordì come professionista nella Francesca da Rimini. Entrò a far parte della Compagnia dell'Eliseo, recitando testi di Lodovici, Shakespeare e Testoni. Finita la seconda guerra mondiale interpretò opere di Pirandello, Salacrou e Vanderberghe. Dal 1952 iniziò l'attività con Olga Villi e Carlo Ninchi.

Nel 1943 iniziò a recitare per il cinema con Fuga a due voci e Il fidanzato di mia moglie di Bragaglia. Dagli anni '50 fece da spalla a coppie famose, come Toto e Peppino, Tognazzi e Vianello, Franchi e Ingrassia. Nel 1952 interpretò ben 12 film, fra cui Bellezze in bicicletta. Dal cinema non ottenne mai una parte da protagonista, ma la sua partecipazione era essenziale nei film comici. Personaggio multiuso, specialista delle crisi isteriche, tanto da formare un sodalizio perpetuo con Totò, come quando impazzisce per un colpo di sole in Totò sceicco.

Tra il 1955 e il 1965 arrivarono le sue interpretazioni televisive, come negli sceneggiati La foresta pietrificata, Nicola Nickleby o Il potere e la gloria. Ritornò al teatro interprentando opere di Moliere (Il Misantropo) e di Svevo (Un marito).

Dal 1999 aveva smesso ogni attività recitativa.

Fonti