Mosca, Kirill guiderà gli ortodossi russi sino all'elezione del nuovo Patriarca

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

domenica 7 dicembre 2008

La Cattedrale di San Basilio, una delle chiese ortodosse più celebri

Il Sacro Sinodo dei prelati della Chiesa ortodossa russa si è riunito ieri a Peredelkino, vicino Mosca per nominare colui che reggerà le redini della Chiesa sino all'elezione del nuovo Patriarca di Mosca e di tutte le Russie. Sarà il metropolita Kirill, vescovo di Smolensk e Kaliningrad, esponente dell'area più aperta al dialogo con la Chiesa di Roma, e certamente non molto gradito al governo di Vladimir Putin.

Kirill, 62 anni, è stato inserito subito nella lista dei papabili al patriarcato, ed il Vaticano, con il quale Alessio II aveva aperto il dialogo - seppur rifiutando di incontrare Papa Giovanni Paolo II -, spera nella nomina dell'alto prelato di Smolensk e Kaliningrad al trono più alto della Chiesa ortodossa russa.

Articoli correlati

Fonti