Nobel per l'economia 2007 assegnato a tre americani per la teoria dei giochi

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

lunedì 15 ottobre 2007

Roger B. Myerson
Leonid Hurwicz
Eric S. Maskin

Il premio Nobel per l'economia 2007 è stato assegnato a tre statunitensi, Leonid Hurwicz, Eric S. Maskin e Roger B. Myerson «per aver gettato le basi della teoria dei meccanismi di allocazione del mercato». Il premio di dieci milioni di corone svedesi (1,54 milioni di dollari) è stato assegnato dall'Accademia reale delle Scienze svedese per conto della Banca di Svezia, che ha istituito il premio in memoria di Alfred Nobel nel 1968.

La teoria dei giochi ha assunto un'importanza fondamentale nell'economia moderna, in quanto può fornire gli strumenti per capire lo stato di salute dei mercati, distinguere quali funzionano e quali no e quali contromisure prendere per renderli più efficienti. Lo studio dei tre economisti (la teoria è stata elaborata dapprima da Hurwicz, e quindi dagli altri due) ha permesso di riconsiderare l'apporto classico dovuto ad Adam Smith, che riteneva che una mano invisibile intervenisse ad allocare le risorse in modo efficiente, senza che lo Stato dovesse intervenirvi. Tuttavia il sistema di Smith si riferiva a condizioni molto ideali, e dunque molto spesso non poteva funzionare: ad esempio è assolutamente normale che vi sia asimmetria informativa, ad esempio fra consumatori e produttori, e questo può creare (ed effettivamente crea) costi sociali. Lo Stato, quindi, può e deve intervenire per modificare le condizioni del mercato in modo che le risorse vengano efficacemente distribuite, e la teoria elaborata dai tre statunitensi è fondamentale per capire come questo può avvenire.

Fonti