Nobel per la fisica 2007 assegnato ai padri dell'hard disk

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

martedì 9 ottobre 2007

Albert Fert a Genova nel 2007

Il premio Nobel per la fisica 2007 è stato assegnato al francese Albert Fert e al tedesco Peter Grünberg, i quali, separatamente, hanno compiuto gli studi sulla magnetoresistenza gigante che avrebbero portato all'invenzione dell'hard disk come lo conosciamo oggi. Questa tecnologia ha permesso di abbattere i costi e le dimensioni dei personal computer, contribuendo in modo decisivo alla diffusione di questo strumento. Il premio di dieci milioni di corone svedesi (1,54 milioni di dollari) è stato assegnato dalla Accademia Reale Svedese delle Scienze.

Il presidente della commissione Nobel, Per Carlson ha così spiegato la decisione: «Grazie a questa scoperta, le dimensioni dei computer si sono ridotte notevolmente. Basta ricordare i giganti dal 1964. Anche il costo dei personal computer è crollato in modo incredibile».

La tecnologia in questione è l'effetto di magnetoresistenza gigante, scoperto nel 1988, che portò alla nascita delle spintronica e, in campo pratico, alla nascita di hard disk che riuscivano a superare la capienza di un gigabyte.

Peter Grünberg è nato a Pilsen il 18 Maggio 1939, ha conseguito la laurea nel 1969 alla Technische Universität Darmstadt, in Germania, per poi frequentare l'Istituto di Fisica dello stato solido al centro ricerche di Jülich, dove è diventato un ricercatore di spicco nel campo del magnetismo multistrato, fino al ritiro nel 2004.

Albert Fest è nato il 7 marzo 1938, si è laureato alla École Normale Supérieure nel 1962, conseguendo il dottorato a Parigi Sud nel 1967. Oggi è professore dell'università di Parigi-Sud dell'Orsay e direttore scientifico di un'unità del CNRS/Thales.

Fonti