Nuove superfici istoriate a Malonno

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

lunedì 17 marzo 2008

La Valle Camonica riserva ancora sorprese: forte delle sue 350.000 incisioni rupestri già catalogate sembra la vallata Lombarda continui a portare alla luce nuove tracce di antichi simboli.

Nell'area occidentale del comune di Malonno il Dipartimento Valcamonica e Lombardia del Centro Camuno di Studi Preistorici ha rinvenuto superfici istoriate databii tra il Bronzo Finale e la prima Età del Ferro. Esse rappresentano non solo segni schematici come cerchi, coppelle, croci, linee, sigle, non inusuali nell’alta e media Valle, ma, cosa notevole, anche la raffigurazione di un uomo a cavallo, di antropomorfi ed un quadrupede (probabilmente un cane).

La zona della scoperta, anticamente luogo d'estrazione mineraria, va a colmare quel "vuoto" istoriativo compreso tra il Parco comunale di Sellero e le rappresentazioni dell'alta valle situate nella località Coren delle Fate e Cornell dell’Aiva di Sonico.

Le diverse incisioni schematiche, che giungono sino ad alta quota, fanno supporre che i reperti facciano parte di un ampio contesto, probabilmente interrato, individuabile solamente con indagini più accurate.

Fonti