Papa Benedetto XVI critica la contraccezione: «Esclude la verità dell'amore matrimoniale»

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

venerdì 3 ottobre 2008

Papa Benedetto XVI è intervenuto oggi dalla Città del Vaticano sul tema della procreazione.

In un messaggio inviato ad un congresso per i 40 anni dell'enciclica Humanae Vitae emessa da Paolo VI, ha preso atto di come vi siano difficoltà da parte di molti fedeli nell'accettare gli insegnamenti della Chiesa.

Il papa sottolinea che l'amore coniugale non è giustificato se non genera figli: «Escludere questa dimensione comunicativa mediante un'azione che miri ad impedire la procreazione significa negare la verità intima dell'amore sponsale, con cui si comunica il dono divino».

Ma Benedetto XVI è cosciente che «nel cammino della coppia possono verificarsi delle circostanze gravi che rendono prudente distanziare le nascite dei figli o addirittura sospenderle», ma ciò non rende leciti i metodi antiprocreativi artificiali, che anzi vanno sostituiti con «la conoscenza dei ritmi naturali della fertilità della donna». Conclude: «I metodi di osservazione, che permettono alla coppia di determinare i periodi di fertilità consentono di amministrare quanto il Creatore ha sapientemente iscritto nella natura umana, senza turbare l'integro significato della donazione sessuale».

Fonti