Questa pagina è protetta

Per D'Alema i soldati italiani giungeranno in Libano fra 14 giorni

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

lunedì 14 agosto 2006

Gz-map.png

Segui lo speciale Crisi in Medio Oriente 2006
su Wikinotizie.

Per il ministro degli Esteri italiano, Massimo D'Alema, i primi soldati italiani giungeranno in Libano entro quattordici giorni. Il ministro è a Beirut, dove ha visitato la parte meridionale della città, devastata dalle ultime settimane di bombardamenti israeliani.

Durante la sua visita, D'Alema ha incontrato il presidente del Parlamento libanese, Berri, e il premier libanese Fuad Siniora, e commentando le immagini di devastazione ha detto che questa crisi è stata una tragedia e che "bisognerà lavorare a fondo per uscire da questo clima d'odio, e creare una pace duratura."

Il capo della diplomazia italiana ha inoltre ricordato l'impegno profuso dal governo italiano, sia dal punto di vista diplomatico (come la conferenza di Roma di fine luglio) che dal punto di vista umanitario. D'Alema ha inoltre detto che una nave di aiuti italiana sta per raggiungere i porti libanesi: si tratta di un carico di 500 tonnellate di aiuti e un ospedale da campo.

Per quanto riguarda i tempi del dispiegamento delle truppe, D'Alema ha affermato che tutte le decisioni a riguardo spettano prima di tutti alle Nazioni Unite.

Fonti