Risparmio energetico: si comincia dalla lavatrice

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

mercoledì 11 giugno 2008

Una normale lavatrice

Il riscaldamento climatico, il picco petrolifero e la lotta per l'oro blu sono dei temi d'attualità che diventano ogni giorno più preoccupanti. È chiaro che la soluzione a questi problemi risiede in un cambiamento profondo del nostro stile di vita e, in particolare, delle nostre abitudini di consumo.

A questo scopo è stata inventata una lavatrice sorprendente: permette di lavare i panni utilizzando appena un bicchiere d'acqua per ogni lavaggio. Inoltre non impiega detersivo, ma una sorta di granuli, costituiti da chips igienizzanti. Tali granuli si usano in una quantità di 20 kg per ogni lavaggio; il vantaggio è che possono essere impiegati 100 volte (dunque, in media, 100 kg dovrebbero essere sufficienti per il bucato di un intero anno).

Oltre all'acqua e al detersivo, il risparmio energetico concerne anche l'elettricità: tale lavatrice consuma appena il 2% del consumo di una lavatrice tradizionale, con un risparmio pari, dunque, al 98%.

A inventare questa sorprendente lavatrice è stata l'azienda britannica Xeros, che lavora in collaborazione con l'università di Leeds, e che la lancerà sul mercato tra un anno.

Fonti