Sardegna: la marina USA lascia La Maddalena

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

venerdì 25 gennaio 2008
Dopo oltre 35 anni, con una cerimonia svoltasi stamane, la marina degli Stati Uniti d'America ha lasciato la base militare dell'Isola di Santo Stefano, in Sardegna. Nell'isola erano sistemati diversi sottomarini nucleari appartenenti alla marina a stelle e strisce.

Fino a pochi giorni fa, la base ospitava un contingente di quasi 3000 persone, un terzo delle quali familiari dei circa 1000 soldati impegnati nella Naval Support Activity, mentre una residua minoranza di un centinaio di persone erano impiegati, senza incarichi di tipo militare ma civile.

La base fu costruita nel 1972, grazie ad un accordo firmato tra i governi dei due stati, mentre il mondo era avvolto nella guerra fredda, che coinvolgeva lo schieramento NATO, capeggiato dagli USA, e quello del Patto di Varsavia, che faceva capo all'Unione Sovietica.

Il futuro della zona occupata dalla marina è incerto, ma dopo che le poche decine di militari impegnati nelle operazioni di dismissione avranno lasciato l'arcipelago de La Maddalena, si potrà procedere probabilmente alla riconversione della base in località turistica.

Fonti