Sequenziato per la prima volta il genoma di un gatto domestico

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

giovedì 1 novembre 2007
È stata oggi completata la prima mappa dei geni di Cannella, il gatto domestico che ha aiutato la scienza. Il sequenziamento del genoma del felino ha permesso agli scienziati di stimare la presenza di più di 20 000 geni, il 65% del suo DNA. Questa sequenza, da quanto dichiarato dagli scienziati Stephen O'Brien, Joan Pontius e Marilyn Raymond, sarà utile allo studio di malattie umane comuni al gatto; infatti il gatto domestico può essere portatore di circa 250 malattie genetiche, per lo più comuni anche al genere umano.

Nel genoma del felino sono state trovate le tracce dell'evoluzione, da 100 000 anni fa sino ad oggi. Prima di questo esperimento, annunciato nel 2005, erano già stati mappati i genomi di scimpanzé, topo, mucca, ratto e cane, oltre a quello dell'uomo.

Fonti