Sinodo vescovi: "Niente comunione a chi promuove o favorisce leggi contrarie alla religione cattolica"

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

7 ottobre 2005

Flag of the Vatican City.svg
Segui il Sinodo dei vescovi 2005
su Wikinotizie.

Il cardinale Alfonso Lopez Trujillo lancia un duro monito a politici e legislatori che promuovono leggi a favore del divorzio, dell'aborto e dell'unioni libere o fra omosessuali: per loro niente comunione.

Il cardinale lo ha chiesto citando San Paolo: «Chiunque mangia il pane o beve il calice del Signore indegnamente mangia e beve la sua condanna».

Trujillo spiega il rifiuto della comunione «a coloro che negano i principi e i valori cristiani» poiché «la responsabilità dei politici e dei legislatori è grande ... non si può separare una cosiddetta opzione personale dal compito socio-politico» che si sono assunti. Il cardinale ricorda che occorre l'accettazione del Vangelo, del magistero e della ragione.

Il cardinale Jean Luois Tauran ha denunciato come stia scomparendo l'uso di inginocchiarsi durante la messa: «Un mondo senza adorazione sarebbe un mondo a sola misura dell'uomo, un mondo non solo irreligioso, ma inumano».