Smarrite riprese matrimonio, chiesti 50.000 euro di risarcimento danni esistenziali

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

martedì 31 luglio 2007

Un fotografo gira un filmato del giorno delle nozze, poi lo consegna per il trasporto ad una ditta specializzata, che lo smarrisce.

I novelli sposi presentano così una richiesta di risarcimento al giudice, per danni esistenziali, di 50 000 euro. Il giudice ha diversamente disposto un risarcimento di 10 000 euro (5.000 euro ciascuno), escludendo la ditta di trasporti dalla responsabilità sul danno. La coppia, insoddisfatta, sostenuta dall'avvocato Rosario Alberghina, ha presentato ricorso in appello.

Fonti