Somalia: sul mercantile "Faina" i pirati si uccidono fra loro

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

martedì 30 settembre 2008

Una lite tra i pirati, che hanno sequestrato il cargo ucraino "Faina", ha portato ad una sparatoria durante la quale ci sono stati diversi feriti e sono stati uccisi tre dei circa 50 pirati, che tengono sotto sequestro da 5 giorni nave ed equipaggio, il cui comandante, secondo alcune fonti somale, sembra sia deceduto per cause naturali riconducibili ad una grave ipertensione arteriosa.

La sparatoria tra i sequestratori del "Faina" sarebbe avvenuta a causa della presenza nel gruppo di due fazioni, la più intransigente delle quali non vorrebbe cedere alle richieste dei militari statunitensi, che sono ancorati a poche centinaia di metri dalla "Faina".

I militari statunitensi hanno minacciato di attaccare e distruggere le navi madri, dalle quali i pirati trasbordano sui piccoli natanti veloci utilizzati per abbordare le navi in transito.

Mentre sul cargo ucraino la situazione non sembra subire miglioramenti, oggi, i pirati somali hanno rilasciato un'altra nave malese sequestrata nel mese di agosto.

Articoli correlati[modifica]

Fonti[modifica]