Template:Pagina principale/Primo piano/Prima Pagina

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search


Mirandola: incendio alla sede dei vigili urbani, due vittime e decine di intossicati

Mirandola: incendio alla sede dei vigili urbani, due vittime e decine di intossicati
21 maggio 2019. Tragedia nel cuore della notte a Mirandola, in provincia di Modena: due donne sono morte e una ventina sono gli intossicati per le esalazioni a seguito di un incendio doloso appiccato all'interno della sede della Polizia locale.

Doping: l'olimpionica Jemima Sumgong squalificata per otto anni

Doping: l'olimpionica Jemima Sumgong squalificata per otto anni
25 gennaio 2019. La campionessa olimpica in carica Jemima Sumgong, oro nella maratona a Rio 2016, è stata sospesa per otto anni dalle competizioni sportive per avere fornito documenti falsi al Giudice sportivo nell'inchesta anti-doping a suo carico e mentito all'"Unité d'Intégrité de l'Athlétisme" (AIU). La sua carriera sembra quindi giungere al termine per effetto della pesante decisione del tribunale disciplinare della Federazione internazionale d'atletica.

Viktor Janukovyč condannato a 13 anni per alto tradimento

Viktor Janukovyč condannato a 13 anni per alto tradimento
24 gennaio 2019. Il processo era iniziato nel 2017 e si è svolto in 89 udienze, dove i giudici hanno riconosciuto la sua "complicità nello scatenare una guerra di aggressione contro l'Ucraina" da parte della Russia. La sentenza ha inoltre evidenziato che Janukovyč "con i suoi atti illegittimi e premeditati ha commesso un crimine che mina le fondamenta della sicurezza nazionale ucraina".

Giornalista egiziano intervista uomo gay: condannato a un anno di lavori forzati

21 gennaio 2019. Il giornalista e presentatore televisivo Mohamed al-Ghiety è stato condannato alla pena di un anno di reclusione e lavori forzati per aver intervistato un uomo gay sull'emittente privata Ltc Tv. È anche stato multato di 3,000 sterline egiziane (pari a 147 Euro) con l'accusa di aver "promosso l'omosessualità".

Cesare Battisti arrestato in Bolivia

Cesare Battisti arrestato in Bolivia
13 gennaio 2019. L'ex terrorista aveva abbandonato il Brasile nel dicembre 2018, dopo che il presidente brasiliano Michel Temer gli aveva revocato lo status di residente permanente e aveva dato l’ordine di estradizione. La Corte Suprema del Brasile ne aveva ordinato l’arresto al fine di consentire una possibile estradizione in Italia. Battisti era stato condannato all’ergastolo dalla magistratura italiana per aver commesso quattro omicidi negli anni settanta, durante gli anni di piombo.