Tennis, Ottavi di finale US Open 2008: rischiano le teste di serie

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

mercoledì 3 settembre 2008
Molti rischi per le teste di serie degli US Open 2008 impegnate ieri e oggi negli ottavi di finale del torneo.

Nella prima partita il numero 1 del mondo Rafael Nadal ha dovuto faticare più del previsto per avere ragione dello statunitense Sam Querrey. Dopo aver vinto il primo set in scioltezza con il punteggio di 6-2, il maiorchino ha dovuto subire un break e non è riuscito a portare il secondo set al tie-break: 7-5 il risultato in favore dello statunitense. Molto combattuto anche il terzo set, complice un Nadal non in perfetta forma e un Querrey molto intraprendente: si va al tie-break, dove è il numero 1 del mondo a spuntarla: 7-6. Servendo nel quarto set, Nadal riesce a strappare il servizio all'avversario e a servire per il match: 6-2 5-7 7-6 6-3 il punteggio finale a favore dello spagnolo.

La seconda partita di questi ottavi di finale ha visto contrapposti lo statunitense Mardy Fish e il francese Gaël Monfils. Quest'ultimo, nel giorno del suo compleanno, non riesce però a tenere oltre al primo set, che viene vinto da Fish per 7-5. Complice anche un lieve infortunio per il francese, Fish riesce a divagare e a chiudere i due successivi set per 6-2. 7-5 6-2 6-2 il punteggio finale del match.

Nadal e Fish si incontreranno ai quarti di finale del torneo.

Kei Nishikori e Juan Martín del Potro si sono dati battaglia nel corso della terza partita in programma. Il nipponico, primo tennista di questa nazionalità a raggiungere i quarti di finale in un grande slam dai tempi del 1933, non ha avuto molti assi nella manica e ha dunque dovuto cedere agli impressionanti attacchi dell'argentino, dotato di un grande diritto. 6-3 6-4 6-3 a favore di Del Potro il punteggio finale.

Nella quarta partita scontro tra teste di serie: il numero 6 del mondo Andy Murray (che diventerà n°4 lunedì prossimo) ha letteralmente strapazzato la testa di serie numero 10 Stanislas Wawrinka. Murray, in un periodo di forma strepitoso, ha concesso pochissimo all'avversario, che dal canto suo ha regalato molti punti con errori non forzati. 6-1 6-3 6-3 il punteggio finale.

Juan Martín del Potro e Andy Murray si daranno battaglia nei quarti di finale.

L'Arthur Ashe Stadium, la struttura dove vengono disputate buona parte delle partite del torneo

Poca fatica per la testa di serie numero 8 Andy Roddick, il beniamino di casa. Durante la quinta partita di questi ottavi di finale, lo statunitense ha battuto sul velluto il cileno Fernando González, recente vincitore dell'argento alle Olimpiadi di Pechino 2008. Forte di un servizio debordante, Roddick ha portato subito a casa il primo set con il punteggio di 6-2. Copione simile per il secondo set della partita: break, controbreak e ancora break a favore dello statunitense che conduce per 6-4. Parte subito bene il terzo set per Roddick: strappa il servizio all'avversario per ben due volte e presto si trova a servire per il match. Chiusa la pratica, è 6-2 6-4 6-1 il punteggio finale del match.

Grande fatica per il numero 3 al mondo Novak Đoković. Contrapposto allo spagnolo Tommy Robredo nella sesta partita, il serbo ha dovuto metterci "cuore, testa e gambe" per poter avere ragione dell'avversario. Andato sotto al primo set per 4-6, Đoković non si è dato per vinto ed è riuscito a vincere i successivi 2 set 6-2 6-3, complice anche un "blackout" di Robredo. Il quarto set si apre con un lieve infortunio alla caviglia per il serbo, che non riesce a imprimere incisività nel suo gioco, capitolando per 5-7. Ristabilitosi, si ricorda di essere il numero 3 del mondo e impone il suo ritmo chiudendo la pratica dopo 3 ore e 44 minuti di gioco. 4-6 6-2 6-3 5-7 6-3 il punteggio finale.

Roddick e Đoković se la vedranno ai quarti di finale del torneo.

Sorpresa nella settima partita di questi ottavi di finale: la testa di serie numero 5, il russo Nikolaj Davydenko ha ceduto il passo al lussemburghese Gilles Muller, che arriva direttamente dai gironi di qualificazione del torneo. Grande partita disputata dal giovane tennista, complice anche un Davydenko non al top di forma. 6-4 4-6 6-3 7-6 il punteggio finale a favore di Muller, in una partita tutto sommato equilibrata e in bilico fino alla fine.

Finale scoppiettante per questi ottavi di finale del torneo: l'ottava e ultima partita ha visto contrapposti l'ex numero 1 del mondo Roger Federer e il russo Igor Andreev, n°25 del seed. La partita subito si complica per lo svizzero: Andreev strappa subito un break e porta dalla sua parte il primo set, sebbene al tie-break: 7-6. Copione simile ma a parti invertite nel corso del secondo set della partita: 7-6 in favore di Federer. Andreev subisce il contraccolpo psicologico e cede in tutto il terzo set, vinto da Federer per 6-3. Il quarto set è invece di tutt'altra pasta: forte di un servizio pregevole e di un gran diritto, il russo riesce a restituire pan per focaccia a Federer, vincendo il quarto set per 6-3. Si va dunque al quinto e decisivo set, dove è però Federer a servire e a breaccare subito l'avversario. Dopo un interminabile scambio nel corso dell'ottavo gioco di questo set, Federer riesce a portare a casa il servizio e a chiudere la partita: 6-7 7-6 6-3 3-6 6-3 il punteggio finale.

Federer e Muller si scontreranno ai quarti di finale del torneo.

Fonti