Tomislav Nikolić si aggiudica il primo turno delle elezioni presidenziali serbe 2008

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

lunedì 21 gennaio 2008

Tomislav Nikolić

Tomislav Nikolić ha vinto il primo turno delle elezioni presidenziali serbe con una percentuale del 39%, contro i 35,5% del premier uscente Boris Tadić. Non avendo superato la soglia del 50% si dovrà attendere il 3 febbraio per conoscere chi tra i due sfidanti sarà premiato dal responso delle urne.

Gli elettori serbi si trovano a scegliere tra due leader che rappresentano le diverse e configgenti istanze del Paese. Tadić, liberale, punta sui negoziati con l'Unione Europea e sull'occidentalizzazione per rilanciare lo Stato, Nikolić è invece portatore di istanze radicali e nazionalistiche che guardano con malcelata diffidenza ai tentativi di Belgrado di integrarsi con il resto dell'Europa. I candidati, divisi in tutto, sono però concordi nel contrastare l'indipendenza del Kosovo, che si annuncia imminente, e a tutelare la minoranza di origine serba che ancora vive nella regione.

Nonostante il dato elettorale lo veda in svantaggio percentuale, Tadić è tuttavia favorito per il secondo turno in quanto ha già incassato l'appoggio del partito del Primo Ministro Vojislav Koštunica e, con tutta probabilità, quello del Partito Liberal Democratico. Si annuncia comunque per i prossimi giorni una campagna elettorale impegnativa per i due candidati, il cui esito determinerà la futura inclinazione della Serbia nei confronti della comunità internazionale.

Fonti